La Fondazione Giorgio Fuà si propone di proseguire quel lavoro e coltivare quell’impegno civile mantenendo vivo l’approccio professionale e personale dell’economista, evitando di trascurarne il prezioso patrimonio di idee interdisciplinari e la lezione etica e civile di perdurante attualità.

La Fondazione si pone l’obiettivo di fare emergere con nettezza il patrimonio culturale e scientifico messo a punto negli anni da Giorgio Fuà e ancora oggi vivo nella mente di amici, familiari, colleghi e ricordato anche da tutti coloro che lo hanno incontrato nella quotidianità della sua vita.

La Fondazione intende creare occasioni per attività di rilievo culturale e civile (lezioni, mostre, convegni e spettacoli) e sviluppare – ripercorrendo le tappe della sua straordinaria attività scientifica – studi e ricerche nel campo economico e sociale, in sintonia con le due prestigiose istituzioni che ha creato e che sono tuttora attive in Ancona – l’ISTAO e la Facoltà di Economia.

In tale ambito, la Fondazione intende valorizzare i numerosi aspetti metodologici e di ricerca che hanno connotato l’attività scientifica di Giorgio Fuà, tra i quali:

  • l’approccio multidisciplinare allo studio dei fatti economici;
  • la figura dello scienziato sociale come persona animata da passione civile, profondamente interessata al miglioramento della qualità della vita delle persone, incline sopra ogni cosa a difendere e tutelare i beni comuni;
  • l’istruzione, anche universitaria, come luogo di trasmissione di saperi, promozione dei talenti individuali e, allo stesso tempo, palestra di formazione civica;

Le attività della Fondazione si concentreranno su:

  • studi e ricerche che sviluppano temi cari a Giorgio Fuà;
  • lezioni e pubblicazioni di prestigiosi ricercatori che presentino percorsi di ricerca originali e in grado di contribuire al dibattito sui grandi interrogativi economici e sociali;
  • attività rivolte alla comunità dei giovani studenti e a progetti di ricerca nazionali e internazionali;
  • attività rivolte a riaffermare il ruolo dell’impresa come luogo di produzione della ricchezza e a promuovere la figura dell’imprenditore come innovatore dotato di responsabilità organizzative e sociali nei confronti della propria comunità.